UILPA Milano e Lombardia

Un 25 aprile diverso, quello che ci attende nel giorno del 75esimo anniversario della Liberazione: sarà una giornata dedicata al ricordo, un ricordo che ci accomunerà in una piazza virtuale, non in quella che i nostri paesi, le nostre città, vorrebbero poter riempire con cortei, canti, testimonianze. La nostra sorte di cittadini, ostaggi di un virus i cui effetti devastanti si stanno dispiegando maggiormente nella nostra regione, è quella di resistere oggi ad un nemico invisibile. Nel celebrare virtualmente questo anniversario, vogliamo condividere le ultime parole tratte dall’autobiografia di Carla Capponi, medaglia d’oro al valor militare per aver partecipato alla guerra di liberazione partigiana “Malgrado fossi finalmente nella mia casa, non mi sentivo felice, una grande pena gravava sul mio cuore. Sapevo che cosa ci aspettava, ancora una vita difficile, forse ancora miseria, eppure c’era finalmente una certezza: l’avvenire non era un muro contro cui imprecare, una prigione dello spirito e della carne, ma una finestra che, finalmente aperta, spaziava sul mondo, e tutto era in quello spazio immenso ad attendere che ricominciassimo a volare. Come nei sogni di bambina, quando volavo sopra il giardino, sopra i cavoli dell’orto, sopra le rose e i glicini.”.

 

Alle ore 17 segui la diretta facebook sulla pagina Uil Milano e Lombardia: 75 minuti di Memoria e Libertà 

Cerca

Condividi